News Web marketing, social e contenuti di qualità

Web marketing, social e contenuti di qualità
Scritto da Greenconsulting   

Google ha ormai messo a punto un nuovo algoritmo per l’indicizzazione dei contenuti dei vari siti web presenti sul suo motore di ricerca.

Si pensa che sia fortemente legato allo sviluppo social dei contenuti, con rapporti attentamente valutati su tentativi di spam e condivisioni fuori settore di competenza. Mentre restiamo in attesa di conoscere le reali novità che la Grande G apporterà al suo Crawler e di capire come si comporterà in relazione ai vari social network come Twitter, Facebook, Google Plus etc., non dobbiamo dimenticare quello che il 2016, ormai alle spalle, ha consegnato alla nostra esperienza.

Sì, perché quello che è stato implementato in relazione al Web Marketing e alla SEO da Google lo scorso anno influenzerà ancora il posizionamento dei siti web in Serp, soprattutto nel settore turistico. In poche parole, saranno sempre, e in particolar modo, i contenuti ad essere veri sovrani del web. I contenuti dovranno pertanto rispettare alcune semplici regole per l’ottimizzazione dei siti che li ospitano: ossia essere assolutamente originali, assolutamente fruibili e corretti dal punto di vista grammaticale, accattivanti (queste ultime rientrano nella categoria User Friendly) e approfondimenti reali di argomenti inerenti al sito.

Quando i contenuti rispettano, anche dal punto di vista degli argomenti trattati, il settore specifico del sito, e dunque richiamano esplicitamente all'interesse del lettore-utente, possono essere chiamati contenuti SEO friendly.

In questo caso, anche eventuali aggiornamenti di algoritmo, ulteriori upgrade, consentiranno a siti di qualità di conservare la propria leadership acquisita nel tempo, e di non rischiare nulla: la qualità di un sito passa dal copywriting, dall’informativa e dagli approfondimenti, da contenuti ben congegnati, interessanti e ben scritti.

Ecco che il social, direttamente o indirettamente, interessa il posizionamento nei motori di ricerca: un contenuto completo e di qualità genererà parecchie condivisioni, influenzando, non solo il numero di visitatori (referral) ma anche il comportamento del robot di Google per l'indicizzazione.

Fonte: Greenconsulting

 


Partners