Internet e new media Quando è meglio Facebook e quando Twitter per le aziende?

Quando è meglio Facebook e quando Twitter per le aziende?
Scritto da Anna Rado   

Nè Facebook né Twitter nascono per le aziende. Entrambi si sono però evoluti e adattati all'uso deformato che le aziende ne hanno fatto.

Su Facebook le aziende sono tenute ad aprire delle apposite pagine. Su Twitter le funzioni dell'account azienda o privato sono indistinte.

Facebook inoltre agevola l'inserimento di post perché le suddette pagine sono amministrabili anche da privati, tramite i loro personali account, senza che la loro privacy ne sia intaccata (e i dipendenti ci tengono molto e vanno rispettati). Inoltre, cosa non da poco, i post su Facebook possono essere calendarizzati per tempo. Ecco che, banalmente, gli auguri dell'azienda per Natale appariranno sulla bacheca il 25 dicembre senza che il tacchino in forno rischi di bruciare e senza togliere attenzioni ai piccini che scalmanati scartano i regali!

Ma c'è una scappatoia affinché Twitter (conosciuto come servizio di instant messenger) non vi guasti la festa. Si tratta di fare un account a Hootsuit. Permette di gestire fino a tre account gratuitamente oppure (con 7,99€/mese si ha l'account professional con 50 profili e programmazione avanzata dei post). Da qui si possono programmare post contemporaneamente non solo su Facebook e Twitter ma anche Linkedin, Google+ e si può monitorare Instagram.

Ma perché fare tutto questo sbattimento?
Perché su Facebook probabilmente vi troveranno solo gli utenti che conoscono il vostro marchio - e va benissimo per le aziende che si rivolgono al consumatore - ma su Twitter vi scopriranno grazie agli Hashtag (#) e ai suggerimenti che il sistema offre. Se in principio i grandi brand come Dell sono sbarcati su Twitter per dare assistenza veloce, e ci si aspetta un bel tam tam per scoprire i disservizi temporanei di trasporti e telefonia, oggi su Twitter si seguono eventi (festival di Coca Cola, Heineken, Mc Donald,...), si interagisce con le campagne di sensibilizzazione e ci si fa coinvolgere in concorsi virali “Twitta questo e vinci quello”.
Ad esempio se seguite GustoRobusto vi basterà retwittare “Wanna @GustoRobusto 4 Xmas” per concorrere ad aggiudicarvi una stampa d'arte della nuova serie.
Se avete maggiore familiarità con Facebook basterà condividere lo stesso post. Sarà un piacere mettere un pacchettino GustoRobusto sotto il vostro albero.


Anna Rado

 


Partners