I protagonisti raccontano L’unione fa la forza: il consorzio per competere sui mercati

L’unione fa la forza: il consorzio per competere sui mercati
Scritto da Intervista a Roberto Reffo   

Intervista a Roberto Reffo fondatore Consorzio Priiam

 

6 aziende meccaniche della provincia di Padova hanno deciso di mettersi in rete per diventare più efficienti e competitive. Baggio Group srl di Cittadella, Bonetto Daniele srl di Campodarsego, La Meccanica srl di Cittadella, Lamec srl di Cittadella, Piron srl di Cadoneghe e Profil System srl di Cittadella hanno costituito il consorzio Priiam. Sono delle PMI, troppo piccole per affrontare da sole certe sfide – come ad esempio la internazionalizzazione - ma assieme formano una realtà che sviluppa circa 25 milioni di fatturato con 120 dipendenti.

L’imprenditore animatore del consorzio è Roberto Reffo, titolare de La Meccanica, che realizza impianti a biomasse e per l’industria molitoria che abbiamo intervistato.

D) Ci spiega qual è lo spirito, la filosofia che anima il Consorzio Priam ?

R) “Il nostro non è un semplice gruppo d’acquisto, o un gruppo di aziende che si limita a mettere qualche servizio in comune. Vuole essere un impulso ad incrementare la cultura imprenditoriale delle nostre aziende. Le nostre imprese hanno bisogno di crescere per poter competere sui mercati internazionali. Servono competenze nuove in vari settori come il marketing, l’information technology, gestione della produzione, la logistica, ecc. Da sole le aziende non ce la fanno, ma con il consorzio si aprono nuove opportunità per tutti. Inoltre noi diamo molto peso al fatto che le imprese hanno anche una responsabilità sociale nei confronti dei dipendenti, fornitori, della collettività e quindi abbiamo adottato come consorzio un codice etico che tutte le aziende aderenti devono rispettare”.

D) Quali sono le prime iniziative concrete del Consorzio ?

R) “Abbiamo già avviato un ufficio export con 4 giovani neo-laureati che sono stati formati nell’area del marketing da un coach in parte in aula in parte all’interno delle 6 aziende. Ora i giovani lavorano nel consorzio e sono presenti a turno nelle varie aziende così da poter approfondire la conoscenza delle tematiche specifiche relative ai prodotti/mercati. Abbiamo poi costituito un ufficio tempi & metodi tra 4 aziende consorziate con 3 giovani che stanno lavorando sulla base del concorso  “MImprendo”, l’incubatore di innovazione e creatività ideato e promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria Padova e dal Collegio Universitario Don Nicola Mazza, con Esu, Università di Padova, Pst Galileo e il contributo della Camera di Commercio di PadovaIl loro obiettivo è  realizzare un software che possa gestire la preventivazione dei prodotti di tutte e 4 le aziende del consorzio”

D) Sappiamo che i prossimi passi del Consorzio interesseranno in particolar modo il settore dell’information technology. Ce ne può parlare ?

R) ” La prima riguarda il Cloud Computing. Stiamo partendo con un team di 8 persone - per il momento de La Meccanica a cui si aggregheranno presto anche altre aziende del consorzio – che appartengono a varie aree funzionali. L’obiettivo è verificare quali servizi del mondo Google Apps si possono utilizzare all’interno delle singole aziende e tra le aziende del consorzio. Stiamo pensando a condivisione di basi dati, di calendari, di applicazioni, ecc. Ma il progetto più ambizioso è quello che stiamo lanciando in collaborazione con Omega Gruppo: partendo dai sistemi gestionali delle singole aziende vogliamo realizzare un software che sia in grado di reperire all’interno e all’esterno le informazioni e i dati realmente importanti per prendere le decisioni. Un sistema di “filtraggio” intelligente, insomma. Vogliamo raccogliere input e esperienze di altre aziende del settore meccanico e organizzeremo assieme ad Omega degli incontri mirati a sviluppare questo ambizioso progetto”.


blog comments powered by Disqus
 


Partners