Tecnologie per l'impresa Business Intelligence un faro nel buio

Business Intelligence un faro nel buio
Scritto da Giovanna Bellifemine   

Orientarsi in un mare di numeri, dati e informazioni


Secondo quanto riporta il Report  OBI 2013 – Big Data Live: casi di eccellenza” redatto dall’osservatorio di ricerca della SDA Bocconi di Milano, “nel 2010 il volume di dati disponibili nel web era di circa 500 miliardi di gigabyte, e le stime prevedono un loro aumento pari a 5 volte entro il 2015.”

Le cause del fenomeno sono rintracciabili principalmente nella globalizzazione, nella nascita di Internet e nella profonda crisi economica cui sono conseguiti grossi cambiamenti a livello di comportamenti di consumo, che hanno costretto le aziende a rivedere i propri modelli di business. Senza la capacità di analisi e interpretazione, infatti, questa enorme massa di dati annulla completamente il proprio potenziale informativo.  Ecco perché nel 1958, ad opera dell’inventore e ricercatore tedesco Hans Peter Luhn, nasce la Business Intelligence, che consiste in un processo di trasformazione di dati e informazioni aziendali in conoscenza, utile a elaborare piani che orientIno il processo decisionale ai vari livelli dell’organizzazione.

Rispetto al passato, la consapevolezza dell’importanza della Business Intelligence e il suo utilizzo nei processi aziendali sono in costante aumento: oggi, infatti, le direzioni aziendali si ritrovano a gestire una mole di dati interni sempre più vasta e varia, e a questa si possono aggiungere anche dati liberi provenienti dal web, di natura extraeconomica, che rappresentano un patrimonio destrutturato di informazioni con potenzialità di importanza strategica per il business.  Per una qualsiasi realtà aziendale la possibilità di trasformare questi dati ridondanti, disorganizzati e disomogenei in informazioni di qualità, è fondamentale al fine di garantire un valido supporto ai decision maker.

Come si organizza, riclassifica, e ripensa tutto ciò?

I sistemi di BI offrono strumenti in grado di elaborare milioni e milioni di dati trasformandoli in informazioni di natura statistica come proiezioni future, ipotesi di andamenti, scenari ‘what if’: il tutto nell’arco di pochi secondi e con il risultato di supportare e indirizzare in maniera consapevole le decisioni dirigenziali.

Tali processi di misurazione, controllo e analisi, permettono alle aziende di prendere decisioni dirigenziali, commerciali e di marketing ponderate e consapevoli; ecco perché la Business Intelligence diventa lo strumento chiave dell’evoluzione verso una gestione sempre più efficace e strategica delle informazioni.

Implementare un tale apparato è ormai una scelta obbligata per le piccole e medie imprese che vogliono sfruttare efficacemente simili opportunità di crescita: il Gruppo Eurosystem Sistemarca Srl società che si occupa da oltre trent'anni di realizzare progetti e offrire consulenza in ambito informatico, ha creato una divisione sulla BI per offrire servizi specifici alle aziende. Un team giovane con competenze specifiche in analisi dei dati aziendali e in sistemi di reportistica, unita a dettagliati studi di mercato finalizzati all’individuazione, tra le soluzioni presenti, di quelle più idonee alle esigenze dei clienti sono le componenti chiave per offrire una soluzione ad hoc per ciascuna azienda.

 

GIOVANNA BELLIFEMINE

 


Partners