Internet e new media no image

Published on Settembre 28th, 2011 | by Anna Rado

0

Talenti e denari offresi e cercasi online

Esistono dei mercati online dove si possono offrire e cercare talenti di professionisti. E dove si possono finanziare idee e progetti vincenti…

Abbiamo già parlato (Con i social network vince la meritocrazia e la favola diventa realtà) di come sia possibile scovare talenti online e anche come, attraverso Linkedin, intrecciare relazioni di lavoro.
Oggi ci addentriamo ancora di più nella materia. Ad esempio grazie a Talent.me che ci permette di intersecare le relazioni di Facebook a quelle di Linkedin scoprendo che attorno a noi c’è un mondo di professionisti che si offrono sul mercato!

Sempre di TALENTI si tratta anche nel sito Elance. Nella piattaforma 2.0 di Elance i fondatori si sono spinti ancora più a fondo:
– permettono gratuitamente agli utenti di iscriversi e compilare il proprio profilo sia che essi cerchino impiego che viceversa cercano il professionista ideale per svolgere un impiego (non a caso qui l’espressione “offresi lavoro” è bandita!);
– i committenti pubblicano un profilo ben preciso del lavoro di cui hanno bisogno e tutte le commissioni sono valorizzate per ordine di grandezza o sottoforma di trattativa privata
– i professionisti si offrono o sono interpellati e fare la propria offerta economica (sulla quale Elance aggiunge automaticamente la sua commissione dell’8,75%)
– quando le due parti si sono accordate ecco che il portale mette a loro diposizione tutta una serie di strumenti per monitorare gli avanzamenti in tutta praticità ad esempio attraverso un sistema di screenshot del computer
– al momento della consegna del lavoro Elance si occupa di fare da tramite e corrisponde quanto pattuito in virtù del sistema Elance Work Guarantee .
Per darvi un po’ di numeri i professionisti che guadagnano di più attraverso questo sistema sono i programmatori; quelli con più mole di lavoro sono i traduttori e copy; ma le soddisfazioni più grandi in termini di prestazioni le danno i designers !
Dimenticavo, a capo di tutta questa macchina della Siclicon Valley che ha attirato l’attenzione di finalcials di livello (Kleiner, Perkins, Caufield & Byers; NEA New Enterprise Associates; FirstMark Capital) c’è un nome che suona molto italiano Fabio Rosati!

Parliamo ora di KICKSTARTER.
Sono davvero tanti i siti che seguono queste filosofie agevolando l’incontro tra i futuri imprenditori e i potenziali finanziatori. Ciò che è incredibile è che qui si fa spesso e volentieri del microcredito, perché difficilmente ci s’imbatte in financial angels con potere di investimento milionario come avviene agli “storming pizza” o agli incontri “5 minutes elevator”. In kickstarter il finanziatore potresti essere anche tu che sovvenzioni il progetto attraverso la tua promessa d’acquisto unita a quella di altre semplici persone che come te hanno visto qualcosa di buono in un’idea e ci credono. Ciò permette all’inventore di quel congegno geniale che ti risolve tutti i problemi che più ti attanagliano, di racimolare la cifra necessaria ad avviare la produzione. Se oltre a te anche altre N persone dimostreranno interesse ad acquistare il prodotto quando sarà realizzato allora il credito ti verrà scalato; altrimenti non se ne farà nulla, amici come prima!
E poi il bello è che grazie a Kickstarter non ci si potrà più lamentare del fatto che sono prodotti sempre i soliti film e mai quelli impegnati, di nicchia, satira o political correct così, in quanto fan di quel regista, puoi comprarti un frame del film o semplicemente  acquistare il biglietto del film in largo anticipo finanziando così la produzione e permettendone la realizzazione!

Anna Rado


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑