Ultimi articoli

Published on Aprile 22nd, 2019 | by Redazione MG News

0

SEO Copywriting 5 consigli per far innamorare Google dei tuoi contenuti

Di recente abbiamo parlato di quanto sia centrale il contenuto nella comunicazione online di qualsiasi realtà aziendale e non (per leggere l’articolo clicca QUI)

Con questo articolo vogliamo darti dei consigli concreti su come ottimizzare i tuoi contenuti in modo che possano comparire nella prima pagina di ricerca su Google.

Come fare? Attraverso il SEO Copywriting, ovvero l’arte di coniugare la buona scrittura con l’ottimizzazione sui motori di ricerca. Google utilizza oltre 200 parametri per capire se i contenuti che trova nell’internet sono godibili per le persone che li andranno a leggere. Più parametri rispetterai, più il tuo contenuto verrà premiato dal motore di ricerca. Ecco, quindi, qualche dritta per far innamorare Google dei tuoi articoli!

LA BUONA SCRITTURA, PRIMA DI TUTTO!

Sembra quasi scontato dirlo, ma spesso non lo è. Google premia chi sa scrivere bene, in modo comprensibile e con lo scopo primario di informare il proprio target di qualcosa di cui ha bisogno. La tua scrittura dovrà essere pulita, ricca, senza errore grammaticali o forme arcaiche. Devi sempre pensare a chi ti legge: quanto più piacevole è un contenuto curato, piuttosto di uno che necessita di dizionario per essere compreso?

KEYWORDS SÌ, MA IN MODO NATURALE

Human to human. Questo è il motto da considerare quando si scrive in ottica SEO. È vero, le parole chiave sono importanti: permettono di posizionarsi meglio in Google ed esse trovati più facilmente da chi sta cercando un determinato prodotto/servizio. Ma attenzione a non far diventare il contenuto che stai scrivendo un semplice testo pieno di keyword, molto freddo e senza un minimo di empatia. La regola di base è creare sempre un contenuto che possa essere interessante per il tuo target e solo dopo inserire le parole chiave.

GRASSETTO, CORSIVO, SOTTOLINEATO…

Il tuo articolo deve essere anche molto bello da vedere. Se il tuo target entra in una pagina web in cui trova un testo lungo, senza spazi ed evidenziazioni, sarà assalito dalla voglia di scappare a gambe levate. Come fare, quindi, per facilitare la lettura dei tuoi contenuti? Puoi dividere il testo in paragrafi, dare un titolo ad ognuno di loro, aumentare la grandezza dei titoli, sottolinearli, grassettare le frasi più importanti, mettere in corsivo le citazioni…

ATTENZIONE AI NOMI DEI FILE!

Questo è un trucco molto furbo per aumentare la tua visibilità nei motori di ricerca. Ogni tuo articolo sarà corredato da una immagine rappresentativa. Quando la inserirai tra i tuoi file, dovrai semplicemente cambiare il suo titolo inserendo la parola chiave principale. Esempio: l’immagine di copertina dell’articolo che stai leggendo è stata rinominate come “seo-copywriting.jpg”.

LINK INTERNI + LINK ESTERNI

A Google piacciono gli articoli che fanno riferimento ad altri contenuti interni ed esterni. Per link interni intendiamo un collegamento a un altro articolo del tuo blog. Esempio: se il tema del tuo contenuto sono le Instagram Stories e nel tuo blog c’è un altro articolo che parla di Instagram in generale, conviene inserire quest’ultimo link. Per link esterni, invece, intendiamo riferimenti a pagine esterne al tuo blog che possono essere utili per la lettura del tuo contenuto.

Laura Casagrande

Tags: , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑
  • Newsletter

    Per essere aggiornato via email sui nuovi contributi pubblicati su MercatoGlobale NEWS e sulle iniziative che essa promuove per i suoi iscritti, ti invitiamo a registrarti nell'apposito form sotto inserendo il tuo indirizzo Email.

     Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy


  • Pubblica i tuoi comunicari stampa

  • Ultimi comunicati

  • Partner

    Google news
    Agenzia eCommerce - Soluzioni e-Commerce online - Realizzazione e-Shop | calicant.us