Web Marketing no image

Published on Novembre 20th, 2007 | by Marco De Alberti

0

Come realizzare campagne pay-per click efficaci

Le campagne Pay-per click rappresentano uno strumento di pubblicità online molto flessibile offerto dai principali motori di ricerca (in primis Google) e consiste nella pubblicazione di annunci a pagamento che appiaono in relazione alle parole-chiave usate nelle ricerche.

Le campagne Pay-per click rappresentano uno strumento di pubblicità online molto flessibile offerto dai principali motori di ricerca (in primis Google ma anche Yahoo!, MSN, ecc) che consente ad un’azienda di inserire dei propri annunci a pagamento, che appariranno agli utenti in relazione alle parole-chiave che hanno digitato per una certa ricerca.
La questione fondamentale è quindi la scelta delle parole-chiave che devono essere assolutamente specifiche rispetto al prodotto e al target selezionato; deve poi essere costruito un messaggio (formato da un titolo e da una breve descrizione) che contenga le parole-chiave e nel contempo inviti l’utente a cliccare per entrare in una pagina del sito specifica (chiamata landing page) dove troverà le informazioni relativi ai prodotti/servizi che l’azienda intende promuovere.

L’aspetto economico rilevante riguardo alle campagne Pay-per-click è che, come dice lo stesso termine, si paga solo in funzione del numero dei click che un certo annuncio riceve.
E’ un strumento ideale a supporto di campagne promozionali o per prodotti/servizi che presentano una certa stagionalità. Questo tipo di campagna può andare in linea in tempi rapidissimi (entro 24 ore) e si ottengono risultati in tempi molto brevi.
Ad esempio è uno strumento molto usato nel settore del turismo dove, con questo sistema, vengono promosse le offerte “last minute”; o comunque in tutti i settori dove si vogliono fare offerte speciali in archi temporali definiti.

Una campagna Pay-per-click per essere efficace deve avere un click-through elevato (è il rapporto tra il numero dei click ricevuti dall’annuncio ed il numero totale di volte in cui l’annuncio è comparso agli utenti) e questo si ottiene tenendo sott’occhio i seguenti fattori:
o Le parole-chiave devono essere proprio quelle che il nostro target usa per cercare un certo prodotto/servizio
o Bisogna creare dei messaggi diversi in funzione a diverse parole-chiave o gruppi di parole-chiave. Un messaggio solo buono per tutto è impensabile.
o La landing page (pagina di atterraggio dell’utente dopo il click sull’annuncio) deve contenere le informazioni specifiche che l’utente si aspetta di trovare; questa pagina deve poi contenere un chiaro invito all’azione da parte dell’utente (come ad esempio: compilare un form, iniziare un processo di acquisto, rispondere ad un questionario, ecc)

Le campagne Pay-per click si prestano in maniera perfetta per effettuare dei test di efficacia usando diversi messaggi per un stesso gruppo di parole-chiave. Dopo aver provato per qualche giorno, si sceglierà l’annuncio che garantisce il rendimento più alto (click-through più elevato).
Il meccanismo delle campagne Pay-per-click è tale che qualunque azienda può gestirle in maniera autonoma: attenzione però, che la scelta delle parole-chiave più in linea con il target, la realizzazione di un annuncio efficace e di pagine di atterraggio coerenti con le parole-chiave e con l’annuncio, sono elementi che devono essere padroneggiati da persone esperte e preparate per evitare di sprecare soldi con annunci che ottengono percentuali di click molto basse.

Marco De Albertimercatoglobale@gmail.com


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑