Ditelavostra vera valor moneta oro

Published on Ottobre 17th, 2019 | by david

0

Compro Oro storia di un settore che guadagna acquistando

A partire dal 2000 sull’onda dell’aumento del prezzo e per la stretta economica dovuta alla crisi finanziaria le attività compro oro si sono diffuse in modo capillare sul territorio.
Insegne come compro oro Firenze, roma, Genova e di tutte le altre città italiane si sono moltiplicate lungo le strade per evidenziare l’offerta di acquisto che è il business core di questo genere di attività commerciali.
Una parte delle attività compro oro, generalmente le più strutturate e preparate, derivano da gioiellerie che duramente colpite dalla crisi hanno visto i loro fatturati crollare e per necessità hanno dovuto riconvertire le proprie gioiellerie in negozi che ritirano oggetti e gioielli d’oro.
Questo genere di attività un tempo veniva praticato dalle stesse gioiellerie che però ritiravano oro usato solo in caso di nuovi acquisti sui quali poteva essere scontato il valore dei gioielli in oro vecchi.
Oggi le attività compro oro ritirano pagando l’oro usato dai privati per poi rivenderlo ai banchi metalli che si occupano della fusione e del reinserimento sul mercato come oro nuovo generalmente sotto forma di lingotti.
Vendere i propri oggetti ai compro oro può essere un modo per monetizzare il valore dell’oro contenuto nei gioielli o negli oggetti preziosi, questi calcoleranno il valore tenendo in considerazione il peso e la qualità espressa in carati senza valutare il valore dell’opera occorsa per realizzare l’oggetto o dell’eventuale brand.
Per questo motivo prima di vendere i propri gioielli o oggetti in oro é conveniente informarsi se tali oggetti possano avere un valore sul mercato che vada oltre il solo valore dell’oro contenuto in essi, vendendo al compro oro otterremo il valore solo in base al peso.
Quando si vende ai compro oro si deve anche tenere presente che il prezzo pagato al grammo é minore rispetto all’oro nuovo in quanto la differenza servirà a coprire i costi di lavorazione necessari alla riconversione in oro nuovo oltre al margine di guadagno del compro oro stesso.
Per ottenere un giusto prezzo è consigliabile informarsi presso diversi operatori del settore compro oro per riuscire a vendere al miglior prezzo che tra i diversi operatori del settore può variare in modo sostanziale, negli ultimi anni con l’aumento incrementale di questo tipo di attività è notevolmente aumentata la concorrenza nel settore questo ha portato gli operatori ad offrire prezzi sempre più alti per riuscire ad accaparrarsi la maggior quantità di oro facendo così aumentare il guadagno di chi desidera vendere il proprio oro usato.
Per vendere i propri oggetti è necessario essere forniti di un documento di identità valido del quale il compro oro dovrà fare una copia con la quale certificherà l’acquisto, nel caso il valore dell’acquisto sia pari o superiore ai mille euro a causa della attuale normativa sull’uso dei contanti il costo dell’oro sarà pagato per mezzo di assegno o altro metodo di pagamento tracciabile solo le vendite di importo inferiore potranno essere pagate per mezzo di contanti.

Fonte: Compro oro Firenze

Tags:


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑