I protagonisti raccontano no image

Published on Aprile 22nd, 2008 | by Intervista a Alfredo Tosato - SPS

0

Dal ferramenta arriva il catalogo digitale

L’ AZIENDA ED IL MERCATO

Con oltre 900 clienti attivi, 13.000 articoli gestiti a magazzino e un fatturato di oltre 5,3 milioni di euro, SPSwww.spssrl.com – di Albignasego (PD) è uno dei più importanti distributori di prodotti per ferramenta del Nord Est.
Una realtà attiva da 25 anni nel settore che fa nella specializzazione dell’offerta e nella qualità e completezza del servizio al cliente i suoi punti di forza.
La decisione dell’azienda è stata fin dagli inizi quella di focalizzare la propria offerta su due linee di prodotti: gli scorritenda e i prodotti per la sicurezza (casseforti, lucchetti, serrature, ecc). SPS distribuisce attraverso due canali: i negozi tradizionali di ferramenta e la GDO (OBI , Castorama, Brico, ecc). SPS opera sul mercato anche con marchi propri; LOREN per gli scorritenda e THEMA per la linea sicurezza.

Lo scenario competitivo è complesso. I prezzi d’acquisto lievitano ed i margini di guadagno sono sempre più compressi . Inoltre molti produttori del settore ,da tempo hanno ridotto notevolmente gli investimenti  in attività di comunicazione e formazione a supporto delle aziende distributrici e dei punti vendita, in particolare i negozi di ferramenta. Questo ha delle conseguenze importanti sul cliente finale, come spiega Alfredo Tosato, Presidente e fondatore di SPS: “Ci sono troppi filtri e scarsa conoscenza dei prodotti che si propongono al cliente. Oggi il mercato è diventato sempre più un imbuto per cui tra le tipologie di prodotto proposte dai produttori e quelle che il cliente effettivamente acquista c’è un rapporto di 100 a 10”.

OBIETTIVI  E STRATEGIE DI BUSINESS

L’ obiettivo principale di SPS  è quello di fornire un servizio di eccellenza ai suoi clienti. In particolare la velocità, il time-to-market rivestono una rilevanza strategica nel settore.
Consegne entro 24 ore dall’acquisizione dell’ordine in tutto il territorio da noi servito. Consegne complete al 99%. Questo è quanto garantiamo ai nostri clienti, grazie ad un magazzino che conta 13.000 articoli in stock e a procedure informatizzate che ci consentono di accelerare al massimo la fase di evasione dell’ordine e della spedizione – racconta Tosato”.
La convinzione che ha guidato SPS in questi anni è che solo investendo massicciamente in tecnologie e sistemi informatici innovativi si possa tenere il passo con un mercato sempre più frammentato ed esigente.
Ancora Tosato: “In questi ultimi tempi abbiamo operato per informatizzare tutto il processo di gestione, dall’ emissione degli ordini ai fornitori fino alla spedizione della merce e fatturazione al cliente finale. Ed in questa sfida abbiamo trovato un partner tecnologico affidabile come Omega Group – http://www.omegagruppo.it/

PROCEDURE E SOLUZIONI TECNOLOGICHE

Il punto cardine delle procedure gestionali messe in atto da SPS è la tracciabilità della merce in tutto il suo percorso, dal carico a magazzino fino alla spedizione al cliente finale. Il tutto si basa su un sistema articolato di riconoscimento dei colli movimentati attraverso emissione e lettura di codici a barre. Questo sistema ha consentito di azzerare praticamente gli errori di spedizione.

Alfredo Tosato sintetizza il processo:” La maggior parte della merce in entrata – circa il 60-70% – non è provvista di codice e barre. Quindi noi, attraverso una procedura informatica sviluppata da Omega Group all’interno del sistema gestionale X-Solving, siamo in grado di stampare le etichette con il bar code per tutti i prodotti che carichiamo a magazzino”.
L’ acquisizione degli ordini di vendita avviene per il 65% per via informatica (email, EDI); in questo caso il sistema gestionale è in grado di recepire in automatico i dati; nei casi di ordini via fax o telefono è ancora necessaria l’imputazione manuale”.

L’ evasione dell’ordine prevede anch’essa un automazione spinta che consente di limitare gli interventi manuali e, quindi, gli errori. Prosegue Tosato:” Abbiamo creato, sempre con la collaborazione di Omega Group, un codice a barre che individua i singoli colli in spedizione. Anche il documento di trasporto  – la bolla di consegna e/o fattura – prevede un codice a barre, che è associato ai codici dei colli preparati per la spedizione al cliente. Un’ apposita pistola lettrice “spara” sulle etichette dei cartoni, che il sistema riconosce associati univocamente a quella spedizione”.

A questo punto la merce è pronta per essere spedita e tutte le informazioni ad essa relative vengono trasferite per via telematica allo spedizioniere. Sottolinea Tosato:” Grazie ad un accordo quadro con uno dei leader italiani dei trasporti e a una procedura informatica realizzata da Omega, lo spedizioniere ha le informazioni precise prima di prelevare la merce. Partita la spedizione, noi siamo in grado di seguirne il percorso via Internet, grazie al sistema di tracking online (rintracciamento)”.

EVOLUZIONI E PROGETTI

Il sistema di gestione ha raggiunto in SPS un alto livello di efficienza, ma ci sono degli aspetti migliorabili:”Dobbiamo automatizzare quella parte di ordini di vendita che oggi gestiamo ancora manualmente, circa il 35% del totale – spiega Tosato. Ecco perché stiamo mettendo a punto, sempre in partnership con Omega – un sistema per l’acquisizione automatica degli ordini dal punto vendita, in particolare dai negozi di ferramenta. Si tratta in sostanza di un catalogo con codici a barre dove sarà possibile inserire automaticamente un ordine usando un lettore ottico che funzionerà anche da terminale”.

Si tratta di negozi storicamente con un minimo livello di informatizzazione, spesso privi di computer. E lo sforzo di SPS sarà proprio quello di proporre ai ferramenta il sistema completo: “Saremo in grado di fornire ai negozi gratuitamente il software con proposte di hardware – relative cioè al terminale per l’acquisizione dell’ordine – a condizioni vantaggiose, in modo tale da facilitare al massimo la formulazione e l’invio dell’ordine, riducendo a zero le possibilità di errore e velocizzando ulteriormente la consegna della merce – conclude Tosato”.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑