I protagonisti raccontano no image

Published on Settembre 24th, 2007 | by : Intervista a Layla Pavone - IAB Italia

0

Google e le aziende, attrazione fatale

Dopo anni di torpore le aziende italiane si svegliano prepotentemente e suonano la carica degli investimenti in pubblicità online, che aumentano del 40% e in alcune aree, come nel Nord est, raddoppiano da un anno all’altro. Un fenomeno così macroscopico non stupisce Layla Pavone, presidente di IAB Italia, l’associazione che riunisce la quasi totalità degli operatori del settore e che abbiamo intervistato.

D) Il mercato dell’advertising online è cresciuto di oltre il 40% nel 2006 ed il trend è confermato nel 2007. Quali le ragioni di questo successo ?
R) C’è stato un aumento della consapevolezza delle aziende sui numeri di Internet (l’audience) anche rispetto ai mezzi tradizionali. Inoltre hanno cominciato a circolare case history di successo di aziende che hanno investito sul web. Bisogna dire che in alcune zone d’Italia – ed in particolare nel Nord – le potenzialità di Internet le hanno scoperte in modo autonomo le aziende che esportano e che quindi hanno avuto già modo di confrontarsi anche online con i propri competitors. Questo è stato sicuramente un motore della crescita degli investimenti online.

D) Secondo lei è adeguata l’offerta di servizi e di strutture di advertising online in Italia e nel Nord in particolare ?
R) Ci sono delle strutture molto efficienti nel campo dell’advertising online, ed in particolare per quanto riguarda il marketing dei motori di ricerca. Non hanno niente da invidiare alle migliori realtà internazionali. In realtà c’è da superare un gap di informazione perché ancora molte aziende, ad esempio del Nord Est, non conoscono bene le potenzialità degli investimenti online. Come IAB abbiamo già cominciato a realizzare degli incontri per le aziende del Nord Est in collaborazione con le associazioni di categoria, ma siamo solo agli inizi. E’ importante che le aziende di affidino a strutture affidabili con esperienza riconosciuta perché questo è un mondo in crescita tumultuosa dove l’offerta è molto frammentata e spesso ci sono operatori che si improvvisano esperti di tutto.

D) Sembra che l’advertising online sia perfetto per un territorio come quello del Nord est, il cui tessuto è formato principalmente da PMI ?
R) Internet è il mezzo che ha consentito di abbattere in maniera drastica la soglia di accesso ai mezzi di comunicazione in termini di budget. Ha dato la possibilità a tante PMI di cominciare ad investire in comunicazione, cosa che sarebbe risultata impraticabile su altri media – come la TV o la stampa nazionale ed internazionale – dove la soglia di investimento minimo per superare “il rumore di fondo” si misura in milioni di euro. Il web invece consente di raggiungere in maniera mirata i propri potenziali clienti in Italia e nel resto del mondo, spendendo delle cifre che sono assolutamente alla portata anche delle PMI (alcune decine di migliaia di euro). In particolar modo esistono delle forme di pubblicità online – come gli annunci per parola chiave pubblicati sui motori di ricerca (cd Keyword advertising) – che consentono di raggiungere proprio gli utenti che cercano un certo prodotto o servizio di interesse dell’azienda. Questa forma di pubblicità consente di misurare in maniera molto puntuale l’efficacia della campagna, calcolando il ritorno sull’investimento e questo è perfetto per chi, come il piccolo-medio imprenditore si aspetta risultati immediati con budget limitati.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑