I protagonisti raccontano no image

Published on Luglio 6th, 2010 | by Redazione MG News

0

Tsw: un successo che parte dalla provincia

TSW è società leader in Italia nel settore del web marketing.
TSW ha 45 collaboratori specializzati che le consentono di sviluppare progetti complessi per grandi aziende nazionali e internazionali come Illy, MSC Crociere, Benetton, Findomestic, Coin , McDonald, Johnson & Johnson.
TSW è organizzata in 3 divisioni che seguono in modo specialistico i 3 aspetti strategici della comunicazione online. TSW che si occupa di visibilità online, AboutUser che si occupa di usabilità e AboutYou che si occupa della reputazione online. Ma TSW ha una particolarità. Non è nata e opera in una grande città come Milano, Roma, Torino.
TSW nasce 12 anni fa in provincia, a Treviso. Ed è riuscita a trasformare quello che all’inizio poteva sembrare un punto di debolezza, in un punto di forza. Proviamo a far raccontare questa stupefacente trasformazione a Christian Carniato, l’imprenditore anima e mente dell’azienda.

Noi siamo partiti nel 1998 da una convinzione assoluta – inizia Christian – che il web sarebbe stata un’enorme opportunità di visibilità per le aziende,  in particolar modo grazie ai motori di ricerca. Ci siamo organizzati fin da subito per poter contattare i grandi clienti a livello nazionale. Quindi abbiamo investito in risorse umane e tecnologiche, già consapevoli che nei primi tempi avremmo coso molto…per raccogliere poco”.
Christian ricorda degli episodi significativi di quegli inizi difficili: “Mi ricordo che andavamo a suonare ai campanelli di aziende come la Barilla per parlare di web marketing e di motori di ricerca. Ci portavano in sale riunioni che avevano i nomi dei biscotti come  i Settembrini, ad esempio, e lì ci incontravamo con ingegneri e addetti al marketing che ci guardavano come fossimo mostri a 6 teste. Probabilmente molti avrebbero desistito, noi no.”

Quindi abbiamo già trovato i primi 2 ingredienti della ricetta TSW: forte convinzione e investimento in risorse fin dall’inizio. Con Christian scopriamo subito un altro fattore-chiave, la ricerca: “Per proporre soluzioni all’avanguardia investivamo tempo e risorse nella ricerca, nello studio di mercati più evoluti del nostro, come gli USA, la Gran Bretagna, anche con viaggi all’estero per seguire convegni, seminari. E con tante notti spese con i miei collaboratori a sondare il web”.

Ma il vero valore aggiunto della proposta TSW al mercato è sempre stato l’organizzazione. Qui Christian si appassiona nel racconto:” Un elemento qualificante della nostra azione sin dall’inizio è aver creduto nelle risorse umane, investendo su competenze specifiche, su formazione interna e soprattutto su un’organizzazione che fosse in grado fin da subito di seguire progetti complessi, in una logica di lavoro in team. Ciascuna risorsa apporta un suo valore al processo e contribuisce a generare progetti di qualità per il cliente. A differenza della gran parte dei nostri competitor, noi abbiamo creato una struttura che fosse in grado non solo di seguire l’operatività quotidiana ma anche di fare ricerca, di guardare avanti, così da metterci in condizione di “anticipare” le esigenze del mercato e non subirlo

Christian si dimostra lontano mille miglia dallo stereotipo dell’imprenditore veneto che vuol fare “i schei” prima possibile e ci fa una confessione sorprendente: “Questo orientamento all’investimento continuo volto a creare valore per il cliente ha fatto sì che fossimo sempre un passo avanti rispetto agli altri  anche trascurando il ritorno economico. Infatti TSW ha raggiunto il punto di pareggio solo 3 anni fa, cioè 9 anni dopo la sua nascita. Questo significa veramente mettere la soddisfazione del cliente come Zenith della nostra navigazione. E puntare a creare relazioni di medio-lungo periodo che sono il vero punto di forza per la nostra azienda ”.
Investire continuamente in risorse umane e tecnologiche è anche la base per creare continuamente innovazione. Spiega Christian: “Questo orientamento ha messo in condizione l’azienda di far gemmare in modo naturale dal suo interno delle nuove divisioni, o meglio delle vere e proprie start-up. Come è il caso di AboutUser che si occupa di usabilità dei siti o di AboutYou che si occupa di reputazione online.

Ma perché TSW è partita dai clienti più difficili, quelli più grandi che avevano addosso l’attenzione di tutti i concorrenti ? “Non abbiamo trascurato le aziende locali – sottolinea Christian – ma abbiamo pensato che l’affrontare fin da subito progetti complessi avrebbe costituito un fattore di crescita fondamentale per TSW. E i fatti ci hanno dato ragione. I clienti – soprattutto i più grandi – hanno sempre visto in TSW un’azienda strutturata in grado di gestire situazioni molto articolate. Loro hanno percepito in maniera chiara la qualità, il valore che TSW poteva fornire rispetto ai principali concorrenti. Sono stati proprio i nostri clienti i primi “promoter” di TSW. E grazie al passa-parola positivo siamo riusciti a conquistare nuovi clienti”.
Ci sono stati anni che chi operava nel settore del web ha fatto bei soldi, anche con sforzi relativamente modesti. Ma Christian non ha mai seguito l’onda:” La maggior parte dei nostri concorrenti – anche da aree più blasonate come Milano e Roma – ha pensato di monetizzare subito la situazione favorevole di mercato, non strutturandosi in maniera adeguata. Così quando i progetti da gestire sono diventati più complessi si sono trovati in difficoltà”.
Un fatto fondamentale per un imprenditore è avere il tempo per poter pensare allo sviluppo dell’azienda, alle strategie per il futuro. E anche in questo Christian si dimostra lontano dal cliché del “paron veneto” – testa bassa e pedalare:”Per fortuna come imprenditore ho avuto la possibilità – fino dai primi tempi – di pensare in chiave strategica allo sviluppo della società, delegando a risorse di fiducia l’operatività. Ma questo è stato possibile proprio in virtù del fatto che fin da subito abbiamo investito in competenze di qualità”.

Ma Christian non hai mai avuto complessi di inferiorità nei confronti delle grandi agenzie milanesi e romane ? “No – risponde convinto – Provenire da una provincia, come è Treviso, se forse in un primo momento poteva rappresentare uno svantaggio nei confronti di clienti abituati a confrontarsi con le agenzie di comunicazione delle grandi città, è addirittura diventato con il tempo un  vantaggio. Infatti i clienti hanno progressivamente capito e apprezzato – oltre alle nostre capacità professionali – anche le nostre doti umane di persone attaccate alla loro terra, con dei sani valori. Noi abbiamo avuto il coraggio di invitarli qui nel nostro Veneto e loro se ne sono innamorati. Tanto è vero che mentre fino a qualche anno fa era impensabile che un cliente milanese partecipasse ad  un incontro da noi a Treviso, adesso sono loro che chiedono di venire qui. Qui forse c’è meno stress, rapporti più distesi, un ambiente e un’ accoglienza che predispongono in modo positivo le persone”.

Redazione MG Newsmercatoglobale@gmail.com


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑