Comunicati Stampa no image

Published on Novembre 7th, 2022 | by david

0

Riserve Auree inizia l’era della privacy delle Banche Centrali

Le riserve auree sono un metodo di accantonamento molto utilizzato non solo dagli investitori privati ma anche e soprattutto dalle banche centrali dei vari paesi.
L’oro ha come caratteristica di essere il bene rifugio più sicuro al mondo e per questo chi ha capitali da difendere sul lungo periodo predilige acquistare oro.

Un altra motivazione per cui le riserve auree sono particolarmente utilizzate è la facilità con cui il suo valore può essere utilizzato, spesso proprio le riserve auree sono utilizzate come garanzia per prestiti che vengono fatti agli stati se non addirittura come bene di scambio.
Anche i privati che detengono riserve auree possano facilmente monetizzarne il valore attraverso attività come i Compro Oro.
Nel terzo trimestre sono state acquistate da vari stati riserve auree maggiori di quasi 400 tonnellate rispetto allo stesso periodo del 2022 che già è stato una annata da record per gli acquisti di oro.

Ma contrariamente da ciò che avveniva rispetto a qualche anno fa i paesi compratori hanno preferito chiedere il mantenimento della privacy sugli acquisti.
Delle quasi 400 tonnellate in più acquistate solo 90 son state dichiarate dalle banche coinvolte nella custodia di tali riserve, i paesi che hanno acquistato la maggiori parte di questo oro sono Turchia, Uzbekistan, India e Qatar.

Nonostante ciò niente è stato comunicato da altre banche centrali per quanto riguarda le restanti 300 tonnellate.
Chiaramente i media mainstream vedono tra i potenziali paesi compratori paesi come la Cina e la Russia che sono considerati paesi rivali dell’occidente.
In realtà spesso in finanza accadono cose non scontate soprattutto quando si parla di strategie economiche particolarmente importanti come quella di accumulare le riserve in oro al posto spesso dei dollari.
La questione è alimentata dal fatto chela Russia non comunica da alcuni anni aggiornamenti riguardo all’aumento di riserve auree, fatto che sinceramente sembra strano soprattutto in una fase di crisi globale e non solo economica.
Anche la Cina dal canto suo rende pubbliche solo gli acquisti da paesi come la Svizzera ma niente riguardo all’aumento delle riserve attraverso l’oro estratto entro i propri confini o da altri paesi al di fuori del controllo delle autorità occidentali.

Fonte: compro oro Firenze

Tags:


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑