Comunicati Stampa no image

Published on Gennaio 13th, 2022 | by Luca Serri

0

FSI si aggiudica il Premio Claudio Dematté Private Equity of the Year

Maurizio Tamagnini: importante riconoscimento per FSI, conseguito per la capacità di adattarsi alle necessità del sistema imprenditoriale e di crescere efficacemente nel mondo del private equity in continua evoluzione.

È tra i vincitori della XVIII edizione del Premio Claudio Dematté Private Equity of the Year annunciati nelle scorse settimane: FSI, fondo di investimento per la crescita che Maurizio Tamagnini guida fin dalla sua costituzione, si aggiudica il prestigioso riconoscimento nella categoria Expansion.

Realizzato da Aifi insieme al main partner Intesa Sanpaolo, con il supporto di EY e la partecipazione di “Corriere della Sera”, “Il Sole 24 Ore”, Sda Bocconi e Borsa italiana, il Premio è stato conferito a FSI per l’operazione Cedacri e i risultati raggiunti in termini di crescita organica, acquisizioni di nuovi business e clienti, nonché per il contributo fornito al rafforzamento del management della società. I nomi dei vincitori del riconoscimento sono infatti stati selezionati partendo dalle 17 operazioni realizzate da 16 investitori di private equity e venture capital, arrivate in finale: Cedacri è oggi tra le principali società tecnologiche per il settore finanziario in Italia. Forte dell’impegno di Maurizio Tamagnini,

FSI si configura oggi come una delle società più capaci nell’adattarsi “alle continue necessità del nostro sistema imprenditoriale”, come ha sottolineato il Presidente di Aifi Innocenzo Cipolletta.

 


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑