Ultime News no image

Published on Maggio 8th, 2009 | by Redazione MG News

0

Internet più credibile della TV secondo gli italiani

Credibilità sotto i tacchi della TV secondo gli italiani. Solo il 24% crede all’informazione televisiva mentre cresce la credibilità del web con le news credibili per il 41% e Wikipedia addirittura al 45%

Allora ha proprio ragione Beppe Grillo. In TV l’informazione ha perso gran parte della sua credibilità. Questo emerge chiaramente da una recente ricerca di TNS. Che ha fatto una ricerca a livello mondiale da cui emerge che l’Italia è assieme alla Francia il paese dove è più bassa la credibilità della TV (24%). Stanno mal messi in Italia anche i giornali (32%) mentre risulta più alta della media mondiale sia la credibilità dei siti web aziendali che quella degli esperti online.

Questa è sicuramente una ottima notizia per coloro che si occupano della produzione dei contenuti online (notizie, articoli, video, ecc). Vuol dire che in Italia Internet è un mezzo tutt’altro che “sputtanato” come molti saccenti soloni della politica e della carta stampata vorrebbero farci credere. Anzi è vero esattamente il contrario. Se fossi nei panni di un editore di giornali o produttore televisivo di informazione comincerei a preoccuparmi…

Va detto che a livello globale – pur con differenze tra paese e paese – in media la fonte più attendibile continua ad essere il passaparola (gli amici sono al 42%). Questo non vale per i paesi latini (come Italia, Spagna e Francia) dove evidentemente si è più smaliziati e si pensa che i consigli degli amici spesso non sono…disinteressati.

Un dato importante e questa volta non molto positivo per i produttori di contenuti online. I blog sono ritenuti la fonte meno affidabile di tutte, in quasi tutti i paesi. Va un po’ meglio in Italia e Spagna (14-15%) mentre stanno molto mal messi in tanti altri paesi occidentali con percentuali che vanno dal 5% al 9%. I dati riferiti all’Italia e ai paesi a noi più vicini sono riportati nella tabella sottostante.

Image


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑