Ultime News no image

Published on Aprile 3rd, 2008 | by Redazione MG News

0

Motori di ricerca, due terzi del traffico sulle pagine interne

Secondo un recente studio di Jupiter Research la maggior parte del traffico dai motori di ricerca va sulle pagine interne del sito e sulle landing pages delle campagne di web marketing. Per questo bisogna preoccuparsi di progettarle e realizzarle in modo ottimizzato per l’indicizzazione dei motori

E’ sufficiente progettare una home page attraente e con una buona usabilità per attrarre i visitatori, in particolar modo quelli provenienti dai motori di ricerca ? 
Molti web designer e web agency concentrano i loro sforzi proprio sulla home page dei siti aziendali, spesso trascurando design e contenuti delle pagine interne del sito.

E questo è negativo se si pensa che  un recente studio di Jupiter Research ci spiega che 2/3 del traffico dei siti arriva direttamente a pagine interne raggiunte dai motori di ricerca.

Ma quali sono le qualità che devono avere le pagine interne, oppure le landing pages costruite in relazione alle campagne di web marketing dell’azienda come ad esempio quelle pay-per-click; ecco alcuni suggerimenti utili:

• Bisogna verificare in primis che le pagine interne non presentino ostacoli tecnici per il lavoro di indicizzazione degli spider. Questo succede quando, ad esempio, le pagine generate dinamiche – generate da un CMSpresentano troppi parametri (si ritiene che Google ne digerisca non più di 2)

• E’ inoltre importante che tutte le pagine interne del sito abbiano nel loro codice HTML quei parametri (definiti “fattori on site”) che permettono un’ adeguata indicizzazione da parte dei motori dei motori e – quindi – una corretta visualizzazione dei risultati della ricerca.
Sono particolarmente rilevanti il tag title (titolo) e il tag description (descrizione) che devono essere specifici per ciascuna pagina web, cioè coerenti con il loro contenuto. Succede al contrario che spesso il titolo di una pagina interna non è presente o è uguale a quello generico della home page ed il tag description è del tutto assente.

• Last but not least, per dirla con gli anglosassoni: i contenuti delle pagine.
In particolare i testi debbono essere originali (i motori di ricerca si rendono facilmente conto se avete fato copia-incolla da un altro sito) e costruiti seguendo i principi del web writing. Nella pagina interna devono inoltre essere presenti dei testi di link (anchor text) e dei testi descrittivi delle immagini (alt text) coerenti con il contenuto della pagina stessa e di quelle di destinazione.

Due sono gli strumenti che consentono alle aziende di evitare errori derivanti da pagine interne non correttamente costruite in funzione della indicizzazione nei motori di ricerca:

• Rivolgersi a strutture professionali che hanno competenze interne (CEO, web copy, specialisti di usabilità) in grado di supportarle nella progettazione e realizzazione di siti usabili dagli utenti e facilmente indicizzabili dai motori di ricerca

• Ricorrere a strumenti tecnologici adeguati, come ad esempio CMS-One – sviluppato da Promozione-Online www.promozione-online.it – content management system ottimizzato per i motori di ricerca – che consente di rimuovere tutti gli ostacoli tecnici e di generare in automatico tutti i parametri HTML funzionali alla corretta indicizzazione del sito sui motori di ricerca

 


About the Author



Torna su ↑