Web Marketing no image

Published on Aprile 26th, 2005 | by Redazione MG News

0

Posizionamento sui motori: punti-chiave di una strategia di successo

Passo per passo quali sono i punti-chiave, i fattori da analizzare, le azioni da compiere per posizionare con successo un sito sui motori di ricerca. Il tutto attraverso una case history esemplificativa. Passo per passo quali sono i punti-chiave, i fattori da analizzare, le azioni da compiere per posizionare con successo un sito sui motori di ricerca. Il tutto attraverso una case history esemplificativa. A1 – Analisi tematica L’analisi tematica del nostro sito è il primo passo per indirizzare quei motori di ricerca basati su directory a valutare la pertinenza del nostro sito in relazione alle richieste degli utenti; una corretta scelta dell’albero della categorie e sottocategorie consente una migliore produttività in fase di ricerca senza escludere che molti utenti vanno a cercare direttamente nelle categorie ciò che gli occorre senza effettuare ricerche guidate. Occorre quindi identificare con chiarezza il tema principale con cui mettere in relazione il nostro sito, anche se tratta temi che potrebbero essere messi in relazione tra di loro. Nel caso del nostro sito di “Articoli da regalo” la linea più logica da seguire in Yahoo sarà: Affari e economia à Prodotti e servizi per il consumatore à Regali e ricorrenze; anche nel nostro caso avremmo potuto dirigere diversamente la scelta delle categorie e sottocategorie il tutto a scapito del corretto risultato. E’ sempre bene valutare attentamente le gerarchie nelle categorie che effettuano i vari motori in quanto pur adottando un simile concetto di ricerca, non effettuano le stesse aggregazioni. A2 – Analisi del miglior nome per il nostro sito Il nome che daremo al nostro sito avrà per alcuni motori di ricerca una rilevanza particolare in quanto se presenti parole chiave che no descrivono il contenuto con attinenza, la posizione all’interno dei loro indici sarà migliore. Ecco il motivo perché è meglio un nome più comune che però riporti direttamente al tema principale del sito piuttosto che un bel nome che sarà inevitabilmente meno “invitante”. Sempre per fare un esempio con il nostro sito di articoli da regalo, è meglio un nome come www.articolidaregalonline.com piuttosto del più accattivante www.ilgiardinodeibalocchi.com in quanto le keywords “articoli da regalo” saranno tra gli elementi sui quali fare il maggior focus. B1 – Analisi delle keywords (parole chiave) Tra gli elementi che concorrono alla pianificazione di una buona strategia di web marketing, non dobbiamo sicuramente trascurare l’analisi delle keywords. In effetti dobbiamo porci una domanda: in relazione a cosa viene ben posizionato un sito web? Chiaro che il posizionamento non è univoco ma sicuramente e generato in base alle parole chiave che gli utenti hanno richiesto e quindi il primo passo da fare è stilare una lista di quello che presumiamo gli utenti possano chiedere; per fare questo possiamo ricevere anche un aiuto da un prezioso servizio che il nostro sito www.neimotoridiricerca.com offre in termini di analisi delle parole chiave facendo quindi chiarezza e riflessione sulle ricerche effettive degli utenti ed aiutando ad indirizzare la corretta impostazione delle pagine in funzione delle parole e frasi chiave attinenti. B2/B3 – Verifica e scelta delle keywords (parole chiave) A questo punto non ci resta che stilare un elenco delle parole/frasi chiave che intendiamo utilizzare ed in questo caso… 1 – Articoli da regalo 2 – Idea regalo 3 – Idee regalo 4 – Idee regali 5 – Shopping on line 6 – Regalo 7 – Regali 8 – Regali aziendali 9 – Regali di Natale Ma anche… 10 – Regali di matrimonio 11 – Regali di compleanno 12 – Regali particolari B1 – Analisi degli eventuali domini di terzo livello Dal momento che abbiamo identificato 13 parole/frasi chiave ai fini dell’indicizzazione il passo successivo sarà quello di creare tante pagine quante sono le parole chiave scelte, apporre per ognuna nell’elenco delle keywords tutte le parole definite ma modificare il titolo in funzione di ogni pagina per ogni parola/frase. Possiamo successivamente registrare tanti domini di 3° livello per tante quante sono le parole definite al fine di creare tante “home page” d’ingresso che verranno segnalate ai motori di ricerca per cui avremo la seguente situazione descritta nell’allegato da scaricare. Ognuna di queste è come abbiamo detto una home page che quindi sarà uguale in tutto e per tutto alle altre pagine, tranne ovviamente che per il titolo. Come potete vedere abbiamo registrato un dominio di 3° livello per ogni frase chiave e fatto in modo che nel titolo della pagina le parole stesse avessero la giusta prominenza (vedremo poi i suoi dettagli) il tutto per favorire una migliore indicizzazione data dal mix ripetuto di parole chiave nel dominio, nel titolo e nelle keywords descrittive delle pagine. E’ bene sottolineare che il posizionamento sarà migliore in relazione anche al riscontro di quanto sopra nei temi e nelle descrizioni all’interno del corpo delle pagine stesse; in altre parole se dopo il lavoro fatto sopra non si vedono riscontri nei temi della pagina (descrittivi ovviamente) che richiamino alle parole/frasi utilizzate potremmo aver fatto un lavoro meno utile. C1 – Analisi dei concorrenti C2 – Valutazione del ranking nei motori di ricerca Al fine di ottenere il miglior posizionamento nei motori di ricerca è indispensabile conoscere bene il panorama competitivo che ci circonda e con il quale andremo a confrontarci e per questo motivo è indispensabile sapere quali sono i nostri principali concorrenti e quali peculiarità e differenze hanno i loro siti rispetto al nostro. La prima cosa da fare è valutare le posizioni raggiunte dai nostri competitors nei principali motori di ricerca con le parole chiave e stringhe di ricerca che utilizzeremo anche noi, in quanti motori sono ben posizionati con la stessa parola chiave o stringa di ricerca, se hanno ottimizzato le loro pagine solo per alcune parole o frasi ecc. Il passo successivo è l’analisi dei punti di forza e di debolezza per poter ottimizzare le nostre pagine in funzione delle keywords di cui abbiamo bisogno ed in funzione del posizionamento ottenuto dai nostri competitors. Anche in questo caso Studio NetHome www.neimotoridiricerca.com fornisce un valido aiuto gratuito per capire il ranking del nostro sito (se già esistente) comparato con quello dei nostri presunti concorrenti. In questo caso possiamo capire quali siti hanno, per le rispettive parole chiave definite, il miglior valore di posizionamento e di conseguenza sappiamo con chi e per quale motore dobbiamo effettuare la comparazione e quindi l’ottimizzazione. Massimo RossettiNetHome


About the Author



Torna su ↑
  • Newsletter

    Per essere aggiornato via email sui nuovi contributi pubblicati su MercatoGlobale NEWS e sulle iniziative che essa promuove per i suoi iscritti, ti invitiamo a registrarti nell'apposito form sotto inserendo il tuo indirizzo Email.

     Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy


  • Pubblica i tuoi comunicari stampa

  • Ultimi comunicati